09/07/11

Rassegna di cinema giapponese a Firenze

Non è un caso che il cinema Odeon Firenze proponga per l'estate una rassegna di cinema contemporaneo giapponese - spesso arrivato e (non) distribuito in modo avventuroso in Italia.
Abbiamo ancora tutti vivo il ricordo del terremoto, dello tsunami e del disastro atomico ed è dunque anche un'occasione per stare vicini agli amici giapponesi che vivono o studiano in Toscana, incontrarli e approfondire la loro cultura attraverso parole e immagini.
Infine vuole essere anche un'iniziativa di solidarietà e di conoscenza reciproca, l'incasso - deciso liberamente dal pubblico - sarà infatti devoluto a due progetti di solidarietà (i progetti Rikuzen Takata e Okumamachi). 
Ogni sera una testimonianza, un racconto o un aneddoto sul Giappone subito prima del film per conoscere e apprezzarne le mille sfacettature.

Ingresso alle proiezioni:
€ 4,00 + offerta libera di solidarietà


realizzato da
Cinema Odeon Firenze e Associazione Tokaghe /Rassegna di Cinema Giapponese a Firenze

PROGRAMMA:

Domenica 10 Luglio - ore 21.30

Pom Poko (Heisei tanuki gassen pompoko) di Isao Takahata (Jap 1994, 119')
Il delizioso e simpaticissimo film d'animazione realizzato dallo stesso studio Ghibli dei capolavori di Miyazaki, finalmente disponibile anche in Italia, ha come protagonisti i tanuki, piccoli cani-procioni tipici delle campagne nipponiche. Il loro habitat è minacciato dal progetto di nuova urbanizzazione di Tokyo; le verdi colline vengono disboscate, la terra sbancata per fare posto a zone residenziali, l’uomo avanza e lo spazio vitale dei tanuki si rimpicciolisce. Minacciati, gli animali decidono di convocare un consiglio in cui si delibera un piano che ha come fulcro il ritorno all’arte della metamorfosi per studiare gli esseri umani e trovare una soluzione.

Venerdì 22 Luglio - ore 21.30

Dolls di Takeshi Kitano (Jap 2002, 113')
Grazie all'impossibilità di proiettare l'ultimo film del maestro giapponese (bloccato da una incomprensibile condotta di chi ne detiene i diritti) ci sarà l'occasione di replicare la sua opera più compiuta e affascinante, realizzata quando Kitano era al massimo della sua capacità estetica e lirica, seppure la bellezza e l'armonia che pervadono il film siano in realtà un inno alla caducità della vita e degli affetti. Un compendio del suo cinema, in cui il tema della marionetta è sempre stato al centro del racconto tragicomico, con l'uomo vittima delle proprie ambizioni e la donna vittima dell'uomo stesso.

Domenica 31 Luglio
- ore 21.30

Paprika - Sognando un sogno (Papurika) di Satoshi Kon (Jap 2006, 90')
Atsuko Chiba è una psicoterapeuta che cura i traumi dei suoi pazienti interagendo direttamente col loro mondo onirico ed esplorando il loro l'inconscio mediante un’apparecchiatura che è capace di dialogare con i sogni. Ma prima ancora di essere brevettati, alcuni di questi congegni vengono trafugati e usati conto la dottoressa e il suo mentore, il Dottor Shima, imprigionato nel sogno delirante di un folle. Konakawa, un detective che odia il cinema ma sogna per generi cinematografici, decide di indagare, aiutato da Paprika, alter ego onirico della dottoressa Atsuko, e dal dottor Tokita, inventore del prototipo.

Giovedì 4 Agosto - ore 21.30

Departures (Okuribito) di Yojiro Takita (Jap 2008, 130')
Dopo lo scioglimento dell'orchestra a cui aveva dedicato parte propria vita e delle proprie finanze, il violoncellista Daigo rimane senza lavoro e decide di ritornare al paese d'origine assieme alla moglie Mika. Nella provincia di Yamagata, l’unica opportunità sembra essere quella di preparatore di salme per le cerimonie funebri: un lavoro che lo porta ad affrontare alcuni nodi oscuri della propria vita: la difficoltà di essere accettato, il rapporto con la moglie, il ricordo con il padre che lo aveva abbandonato. Quella che potrebbe sembrare una grottesca incursione nelle atmosfere della morte si rivela invece, nell’esperienza di Daigo, un commovente ritorno alla vita.

Giovedì 11 Agosto - ore 21.30

Summer Wars (Sama wozu) di Mamoru Hosoda (Jap 2009, 114')
Kenji, un liceale timido, trascorre l'estate facendo la manutenzione di Oz, un mondo virtuale che permette di effettuare qualsiasi operazione come nel mondo reale. Con sua sorpresa, la bella Natsuki gli propone di accompagnarla nel suo paese natale in occasione della tradizionale riunione della famiglia. Nello stesso tempo, un virus attacca Oz e causa una catastrofe dopo l'altra a livello planetario. Solo il ragazzino, con l'aiuto degli improbabili personaggi che compongono il gruppo radunato nella grande casa in campagna potrà cercare di porre rimedio al violento contrasto tra natura e tecnologia.

Giovedì 25 Agosto
- ore 21.30

Vital - Autopsia di un amore di Shinya Tsukamoto (Jap 2004, 86')
Takashi sopravvive ad un incidente d’auto, ma perde la memoria e la sua ragazza, Ryoko. Con l’aiuto dei genitori Takashi inizia la risalita e torna a frequentare i corsi di medicina: al corso di dissezione scopre che il corpo che sta operando è proprio quello di Ryoko. I ricordi cominciano a riaffiorare, la ragazza inizia di nuovo a vivere nella sua mente, ma non è sempre facile distinguere il reale dall’immaginario. Da uno dei maestri più amati del cinema contemporaneo finalmente torna su grande schermo il suo film più delicato e visionario.




Nessun commento:

Posta un commento