22/11/11

Film a luci rosse giapponesi per gli over 65

Shigeo Tokuda "attore" giapponese della terza età

Che il popolo giapponese fosse tra i più longevi al mondo, è cosa risaputa.
Il Giappone è un "paese per vecchi", con un tasso di natalità vicino allo zero, e dove  l'economia riceve un sostanzioso contributo da coloro che non sono più giovani, ma hanno tempo e denaro per dedicarsi ad attività più rilassanti e piacevoli.
Esiste, quindi, un vasto e ancor poco esplorato settore di mercato: quello dei prodotti e dei servizi per gli anziani
C'è magari chi si dedica all'ikebana, chi alle arti marziali, chi gira il mondo.
Ma ci sono anche anziani nipponici che combattono l'incedere del tempo con trovate più o meno curiose.
Per esempio il cinema per adulti: un settore da sempre redditizio che questo periodo di crisi, non disdegna chi ha i capelli grigi.
Shigeo Tokuda è il nome d'arte di un 77enne che ha iniziato a girare film a luci rosse a 59 anni.
Oggi è ricco e famoso, una specie di Rocco Siffredi della terza età, con all'attivo la bellezza di 350 film.
L'esordio di questa "anziana promessa" è datato 1994, quando un regista giapponese di film piccanti gli propose di "recitare" in un suo film: superata l'iniziale reticenza, Shigeo accettò.Fino a sei anni fa si è diviso tra la sua carriera di attore e l'attività di agente di viaggio.
Poi, però, con l'approvazione delle donne di famiglia - moglie e figlia (il figlio era all'oscuro di tutto) - ha deciso di abbandonare il suo vero lavoro.

1 commento:

  1. Sapevo che i giapponesi sono eccezionali, ma questa notizia è quasi inquietante XD.

    RispondiElimina