04/01/12

Dal Giappone: Takara Tomy e i suoi Micropets tecnologici


Dimensioni ridotte ma grande appeal per il micro cucciolo elettronico "Made in Japan" che vuole conquistare il cuore di ogni ragazza



Un giocattolo che emoziona già le adolescenti giapponesi, ma che potrebbe avere successo anche nei paesi occidentali.
Il produttore giapponese di giocattoli Takara Tomy, famoso per la realizzazione e progettazione dei giocattoli Transformers in Giappone (importati in America dalla Hasbro), ha realizzato i Micropets, piccoli animali domestici tecnologici in grado di eseguire semplici istruzioni e dotati di sensori di movimento.
Sul mercato nipponico già da un paio d'anni, anche se le primissime versioni apparvero nel 2002, si presentano come piccoli cuccioli interattivi, ideali discendenti del Tamagotchi, che però stentano a far breccia nel mercato italiano.
Gli animaletti elettronici Micropet  possono muoversi autonomamente e sono dotati di sensori che li aiutano ad individuare gli ostacoli; pesano circa 30 grammi ciascuno e sono una dimensione di 58 × 48 × 45mm.
Ogni Micropet ha quattro modalità: Chase (insegue altri oggetti in movimento), Stroll (va in giro evitando gli ostacoli), Song (canta una delle due canzoni pre-caricate) e Chorus (Micropets diversi cantano insieme come gruppo).
Il costo unitario di ogni animale domestico robot è di circa 29 dollari.
A seguire un breve video che mostra le caratteristiche peculiari dei Micropets.






fonte: japansugoi

Nessun commento:

Posta un commento