02/05/12

AKB48 tra caramelle e critiche per uno spot giapponese

E' scoppiato un putiferio, in Giappone, per una serie di spot commerciali andati in onda sulle televisioni nazionali, che mostrano i membri della popolare band femminile AKB48, nel passaggio seducente di una gomma di bocca in bocca.
Lo spot, in onda a marzo 2012, mostra alcune giovani studentesse con indosso una succinta uniforme scolastica giapponese, intente a passarsi, di bocca in bocca e con un astuto primo piano delle labbra nell'inquadratura, la gomma oggetto della pubblicità.
Inferocita la reazione di molti spettatori che non hanno gradito la messa in onda dello spot, in vari momenti della giornata e quindi pure nella cosiddetta "fascia protetta". 
"Lo spot può incoraggiare l'omosessualità", è stata una delle lamentele più ricorrenti, vista anche la forte popolarità che il gruppo giapponese ha tra le pre-adolescenti, un momento molto delicato nella crescita di ciascun individuo.
AKB48 è al momento uno dei più remunerativi gruppi musicali nipponici, che lo scorso anno ha realizzato l'importante cifra di 200 milioni di dollari nelle vendite di CD e DVD.
Fenomeno musicale non solo in Giappone ma anche nel resto dell'Asia, le AKB48 sono un collettivo di circa 90 (si, avete letto bene) interpreti femminili, di età compresa tra i 17 e i 20 anni.
Un portavoce di UHA Mikakuto che fabbrica i dolci dello scandalo, ha detto che la reazione alla spot televisivo, andato in onda per 10 giorni fino al 25 marzo 2012, non è stata universalmente negativa. "Abbiamo ricevuto lamentele riguardo lo spot, ma ci sono molte persone che ne hanno colto l'ironia e la giocosità" ha detto il portavoce, che ha rifiutato però di essere citato.
Il risultato, dal punto di vista del marketing, sembra comunque raggiunto e se volete vedere gli spot incriminati e un backstage della loro realizzazione vi rimandiamo al sito ufficiale spot AKB48.


Nessun commento:

Posta un commento