09/05/12

Sharp lancia un aspirapolvere con accento del Kansai!


A guardarlo da lontano, questo "disco" sembrerebbe proprio una normale macchina aspirapolvere come il già famoso iRobot Roomba.
La differenza però oltre che vedersi, si sente: infatti il nuovo aspirapolvere di Sharp, Cocorobo, parla ben tre lingue ossia giapponese, inglese e cinese.
Quello che rende ancora più speciale questo apparecchio è inoltre la possibilità di comunicare in dialetto del Kansai, un dialetto parlato non a caso anche nella città giapponese di Osaka, dove appunto si trova la sede centrale della Sharp Corporation.
Il dialetto, è tipico del sud-ovest del Giappone, ed è considerato dai giapponesi come più comico e spiritoso del giapponese ufficiale. Insomma l'effetto sarebbe come sentire, per gli italiani, un aspirapolvere che parlasse in dialetto romano o toscano.

Cocorobo, che può anche inviare le foto scattate da casa al cellulare, è capace di rispondere a semplici comandi vocali, come i saluti, con ben 36 frasi tra cui "Non ci vediamo da tanto tempo" e "Ciao," in giapponese, inglese e cinese.
Le sue abilità linguistiche sono perlopiù progettate per divertimento, non per eseguire ordini complessi o lunghi dialoghi.
Tra le altre funzioni, Cocorobo purifica anche l'aria mentre si muove in una stanza, ed è utile nella ricerca di oggetti perduti sotto i mobili grazie alla sua fotocamera integrata.
Cocorobo, il cui nome è basato sulla parola giapponese "cuore" (kokoro), sarà venduto dal mese di Giugno 2012 per la non certo economica cifra di circa € 1.200 dapprima solo in Giappone, per poi tentare di conquistare successivamente il mercato cinese.


Nessun commento:

Posta un commento