15/07/12

Sashimi di rana per i buongustai giapponesi



Quando sentiamo la parola sashimi, di solito quello che ci viene in mente è un piatto tipico della cucina giapponese che consiste principalmente in pesce o molluschi freschissimi, tagliati in fettine sottilissime, di solito mangiati crudi e serviti solo con una salsa in cui intingerli (per esempio salsa di soia con wasabi).
In realtà nella tradizione culinaria giapponese esiste una grande varietà di sashimi, come il sashimi di cavallo e quello di pollo. E, fin dai tempi antichi in Giappone, c'è anche il più "particolare" sashimi di rana
Non è molto difficile entrare in un ristorante di Tokyo, giusto per fare un esempio, e vedere come il nostro vicino di tavolo si gusta con piacere una rana cruda tagliata a piccoli pezzi e servita con del limone fresco.
Le rane sono tenute vive in cucina fino a quando qualche cliente nipponico, o qualche coraggioso occidentale, ordina proprio il sashimi di rana. Tutto per garantirne la freschezza e per lasciare inalterato il gusto.
Chi lo ha provato (postiamo anche un video a seguire) parla della carne di rana come "leggera e da sapore molto delicato". E voi avreste il coraggio di provarlo?

1 commento: