25/03/14

Festival giapponese nella Svizzera italiana il 5-6 Aprile




Segnaliamo con piacere la terza edizione del Japan Matsuri – Festival giapponese, che si terrà il 5-6 aprile 2014 all’Espocentro di Bellinzona (Svizzera italiana). 
Durante la manifestazione si avrà la possibilità in particolare di visitare:

Mostra fotografica “Matsuri” del fotografo Matteo Aroldi
Matsuri é il termine giapponese per festa. Durante l’arco dell’anno, numerosi matsuri si tengono in tutte le località del Giappone. Dai più piccoli e locali alipiù famosi, alcuni hanno radici antichissime altri sono più recenti. Attirano in genere moltitudini di persone. Sovente il centro dell’evento é un tempio shintoista, dedicato all’antico culto animista originario dell’arcipelago, oppure buddista.
Ma non sono rare le feste dedicate ai più disparati argomenti oppure legate a momenti particolari. Famose tra quest’ultime sono ad esempio i matsuri che si svolgono in occasione della fioritura dei sakura, i ciliegi giapponesi, o la Momiji matsuri, in autunno. Questo lavoro fotografico illustra alcune tra gli innumerevoli matsuri, alcuni ambientati nella grande metropoli di Tokyo e in altre parti del Giappone: Kurayami Matsuri a Fuchu, Takahata Momiji Toro a Takahata-Fudo, Ebisu matsuri a Hiroshima, Tori no-ichi ad Asakusa, la celebre Yosakoi di Omotesando, Hanabi Matsuri a Tanagawa e molte altri.

Yoroi completo del XVIII sec.
Lo yoroi (grande armatura) era l’Armatura indossata dai Samurai. Quella esposta al Japan Matsuri porta il mon (emblema) del clan dei Kobayakawa originari del Kyushu (Giappone del sud). Furono alleati di Toyotomi Hideyoshi e parteciparono alla battaglia di Busan (conosciuta anche come Pusan) in Corea 1592-1597. Il Clan dei Kobayakawa si estinse per mancanza di figli maschi.
Ci sarà inoltre una conferenza sui samurai e il kendo.

Vestizione della geisha e la oiran con conferenza
Geisha, termine dal forte potere evocativo sia nell’immaginario nipponico che in quello occidentale, è composto dai caratteri gei, arte e sha, persona. Le geisha, infatti, sono artiste educate fin dall’infanzia nelle arti della danza, del canto e della musica e il cui ruolo era ed è rimasto quello di intrattenere gli uomini con la loro compagnia elegante e discreta, attraverso performance artistiche e una conversazione brillante e colta. Al Japan Matsuri potrete assistere ad una cerimonia-evento realizzata da Tomoko Hoashi, un’esperta nella vestizione dei kimono, e commentata da Rossella Marangoni laureata in Lingua e Letteratura Giapponese all’Università di Torino.
Verranno mostrati tutti i passaggi della vestizione della geisha, e a seguire, una eccezionale ricostruzione storica della vestizione della oiran, la cortigiana di altissimo rango che dominava i quartieri del piacere delle città giapponesi durante il periodo Edo (1603-1858), figura scomparsa con la fine del mondo dei fiori e dei salici. Verranno così messe in luce le caratteristiche e le differenze fra i due tipi di abbigliamento, offrendo un’occasione rara e preziosa di avvicinare due straordinarie icone femminili che racchiudono l’essenza della sensualità nel mondo giapponese.
 

Inoltre workshop (gratuiti e non) dedicati all'ikebana, allo shiatsu, all'origami oltre che a un Cosplay contest. Maggiori info e costi alla pagina dedicata all'evento.



Nessun commento:

Posta un commento