28/10/14

Incontro a Bologna con la scrittrice Mitsuyo Kakuta

Incontro con

Mitsuyo Kakuta

29 ottobre, ore 16:30

Aula Magna della Scuola di Lingue e Letterature

Via Filippo Re 8, Bologna

Ingresso libero


Mitsuyo Kakuta è una scrittrice molto attiva e attenta alle tematiche psicologiche. Autrice di "Taigan no kanojo" (Woman on the Other Shore), vincitore del Naoki Prize, e di altri romanzi di successo, ha vinto nel 2007 il Chuokoron Literary Prize con "Yokame no semi" (La cicala dell’ottavo giorno), pubblicato nell'ottobre di quest'anno dalla casa editrice Neri Pozza.
La scrittrice giapponese sarà ospite dell’ateneo bolognese dove presenterà il romanzo, e dialogherà della sua esperienza come scrittrice con Paola Scrolavezza (Università di Bologna - Associazione Culturale NipPop), Francesca Scotti (scrittrice) e Massimo Soumaré (scrittore e ricercatore indipendente).

"La cicala dell’ottavo giorno"  è il suo primo romanzo a essere tradotto in italiano e affronta il tema della maternità da un punto di vista inusuale: una donna di nome Kiwako, non riuscendo ad avere figli, decide di rapire una bambina per amarla e allevarla come sua. Dopo quattro anni passati a nascondersi con la piccola presso una comunità religiosa, Kiwako viene rintracciata e arrestata. La bambina, di nome Erina, viene restituita ai suoi genitori biologici, un padre alcolizzato e una madre assente, famiglia con la quale non riuscirà mai ad instaurare un rapporto normale e da cui si distaccherà non appena avrà raggiunto la maggiore età.
Tema molto caro alla scrittrice, ed estremamente attuale nella narrativa giapponese contemporanea, il romanzo mette in discussione e quindi decostruisce la concezione tradizionale di nucleo familiare come luogo privilegiato degli affetti, mostrando come certi legami affettivi, nell’arco della vita di una persona, possano stabilirsi anche al di là di ogni vincolo di sangue o convenzione sociale.




Nessun commento:

Posta un commento